HOMEPAGE

-R Registrazione tribunale di Catania n. 4 del 2006 del 3 febbraio 2006

_ HOMEPAGE_ | _CHI_SIAMO_ | _LIRICA_ | _PROSA_ | _RECENSIONI_| CONCERTI | BALLETTI_|_LINKS_| CONTATTI

direttore responsabile _ Giovanni Pasqualino_


 

 

 


 

EDITORIALE

23/8/2014


Il secondo cast dell'Aida all'Arena di Verona

La produzione di Aida all'Arena di Verona nello spettacolo curato da La Fura dels Baus, che proseguirà fino ai primi di agosto, cambia il cast nel mese di luglio.

Julian Kovatchev conferma il giudizio riportato in occasione della prima rappresentazione, corretto direttore con poca fantasia e colore ma capace di portare in fondo la recita senza particolari suggestioni.

La sorpresa principale di questa recita è la performance di Maria Josè Siri: l'ho ascoltata qualche anno fa alla Scala e non mi aveva particolarmente convinto. Oggi, e per giunta in uno spazio all'aperto, ho trovato la cantante molto maturata e migliorata sia sotto il profilo tecnico sia interpretativo. Il fraseggio è molto eloquente, l'espressione e il colore di rilievo e i punti più ostici non la mettono in difficoltà superandoli con onesta professionalità, mezzevoci di grande effetto. Un'Aida convincente, giustamente drammatica e molto umana.

Al contrario l'Amneris di Ildiko Komlosi segna il passo del tempo, trovandosi oggi a fare i conti con una voce non più gestibile ma sfasata, la zona grave gonfiata da note di petto, il registro acuto notevolmente accorciato e sgranato, una zona centrale artefatta e “vuota”. Resta una discreta presenza scenica, ma ben poca cosa. Walter Fraccaro riconferma le sue doti di onesto cantante, producendosi in un Radames guerriero e allo stesso tempo innamorato, peccato non abbia la possibilità di accentare e dare colore diverso ad una voce molto robusta ma salda, la quale gli permette di dare un risalto corretto al ruolo.

Luca Salsi, Amonasro, è un discreto baritono che in questo ruolo trova accenti più favorevoli rispetto al complesso Renato del Ballo in maschera. Buone le prove di Vitalij Kowaljow e Roberto Tagliavini, incisive voci profonde, cui sommiamo positivamente anche il messaggero di Carlo Bosi e la sacerdotessa di Seda Ortac.

Puntuale come sempre il Coro dell'Arena di Verona diretto da Armando Tasso.

Lukas Franceschini

La foto del servizio è di Ennevi.  

 

 

 

 

 


La

Servizio di Carmelita Celi.

-

Servizio di Lukas Franceschini.

-

Servizio di Carmelita Celi.

-
-