HOMEPAGE

-R Registrazione tribunale di Catania n. 4 del 2006 del 3 febbraio 2006

_ HOMEPAGE_ | _CHI_SIAMO_ | _LIRICA_ | _PROSA_ | _RECENSIONI_| CONCERTI | BALLETTI_|_LINKS_| CONTATTI

direttore responsabile _ Giovanni Pasqualino_


 

 

 


 

EDITORIALE

24/7/2014


Quando l'iniziativa privata dà lezioni alla politica...

Sono anni e anni, almeno dall'inizio della crisi che continua a martellarci ancor oggi, che politici di vari colori, amministratori locali, sovrintendenti di enti lirici e direttori artistici assortiti insistono sul ruolo del turismo come volano dell'economia, e tutto sommato abbastanza a ragione: la nostra Italia, ricchissima di vestigia del passato, di bellezze naturali, di musei e istituzioni culturali, potrebbe benissimo rilanciare se stessa e l'occupazione sfruttando in maniera intelligente quel che un passato glorioso ci ha lasciato. Purtroppo, a questi buoni propositi si univano quasi sempre geremiadi economiche di vario tipo, che si concludevano con richieste di finanziamenti, che lo Stato a sua volta non era più in grado di erogare, in un gigantesco serpente di richieste inattese e di promesse inconcludenti, che davano luogo soltanto a un nulla di fatto.

In questo avvilente panorama, è chiaro che solo una coraggiosa e audace, ostinata e lungimirante iniziativa privata avrebbe potuto mettere in pratica simili buoni intenti, magari con idee abbastanza esplorate, ma che necessitavano solo di un po' di buon senso e collaborazione fra varie figure manageriali. Si sa da tempo, tanto per fare un esempio, che raccordare eventi culturali programmati con largo anticipo ai cosiddetti pacchetti vacanze genera un indotto turistico di buona consistenza e soprattutto di notevoli possibilità economiche, ma finora nessuno, almeno in Sicilia, era riuscito a mettere in atto questo semplice progetto; è arcinoto che allestire d'estate nei teatri antichi opere di largo richiamo, unendole a serate sinfoniche, a gala di danza e ad altre manifestazioni attira turisti da tutta la regione e non solo; ed è pure cosa nota che spesso tali turisti sono scoraggiati dalle lunghe file ai parcheggi, dalla necessità di guidare di notte, specie se anziani, e che dunque offrire biglietti comprensivi di trasporto in pullmann è un buon modo di incrementare le vendite.

Bene: il 24 luglio, finalmente, dopo tanto tempo, abbiamo sentito che tutto ciò è stato realizzato. Con legittimo orgoglio, alla conferenza stampa di presentazione della sezione Musica&Danza di Taormina Arte, svoltasi all'hotel Timeo, il dottor Mario Bevacqua, grande esperto di turismo e general manager di Trim Travel, ha annunciato che già da quest'anno sono stati messi a disposizione per le rappresentazioni liriche ben 10 pullman a un prezzo davvero conveniente, comprensivo di biglietto per l'opera, trasporto e guida che durante il viaggio illustrerà l'itinerario e i suoi punti più rilevanti turisticamente. E non solo: sono in programma anche una serie di accordi con le compagnie aeree e gli alberghi che consentiranno di attirare a Taormina un vasto pubblico internazionale con le ovvie ricadute, e stavolta positive, sugli alberghi, sui ristoranti, sui negozi e su tutto quel che riguarda il terziario.

Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza la Fondazione Festival Euro Mediterraneo che, nella persona di Enrico Castiglione, direttore artistico della sezione Musica&Danza di Taormina Arte, è intervenuta attivamente nell'allestimento del cartellone, senza alcun sussidio pubblico, ma con la sola esperienza e inventiva dell'ormai celebre regista che, reduce dal trionfo dell'Aida di Siracusa, che ha segnato un primo, validissimo tentativo di raccordare i nostri teatri antichi, anche quest'anno porterà a Taormina spettacoli di notevole livello. La fattiva collaborazione di Castiglione con l'Orchestra filarmonica di Hang Zhou, diretta da Yang Yang, e con l'Orchestra Nazionale della Turchia, ha creato una stretta sinergia internazionale, grazie anche all'accorta politica culturale di tali paesi, che proprio attraverso l'arte intendono presentare se stessi al mondo, cosa che potremmo fare anche noi.

Assisteremo così a Cavalleria Rusticana e Pagliacci, il 2 e 4 agosto, a Tosca il 9, 11 e 13 agosto, il 6 settembre a Il ratto dal serraglio, una produzione quest'ultima esclusivamente turca, in coproduzione con l'Opera Nazionale di Ankara. L'opera di Mozart viene rappresentata nell'ambito del Festival belliniano, che proseguirà sempre a Taormina con tre concerti, rispettivamente il 2, 3 e 4 settembre.

Tra l'una e l'altra delle opere sono previsti importanti appuntamenti: il 10 agosto Operetta gala, il 12 agosto un concerto sinfonico che vedrà la partecipazione della violinista Marianna Vasileva, e un altro concerto il 14, che vedrà Cem mansur sul podio e Antonino Fiumara al pianoforte.

Giuliana Cutore

 

 

 

 

 

 

 


La

Servizio di Giuliana Cutore.

-

Servizio di Riccardo Cenci.

-

Servizio di Jorge Binaghi.

-
-

Teatro Massimo di Palermo

Norma

Servizio di Giuseppe Montemagno.


Arena di Verona

Carmen

Servizio di Lukas Franceschini.

Arena di Verona

Aida

Servizio di Lukas Franceschini.

Opéra Royal de Wallonie

La Gazzetta

Di Fulvio Stefano Lo Presti.

Cortile Platamone

Malarazza

Omaggio a Modugno

Servizio di Giovanni Pasqualino.